L’Importanza del Sesso nella Coppia

Indice dei Contenuti

In questo articolo analizzeremo l’importanza del sesso nella coppia.

L’erotismo è una delle basi della conoscenza di sé, indispensabile quanto la poesia.

Anaïs Nin

Quante volte avete sentito dire che una coppia senza amore è pur sempre una coppia che funziona?

Quante volte il sesso viene sottovalutato, come se fosse solo quel qualcosa in più, di cui si può fare tranquillamente a meno?

Gli stereotipi a tal proposito sembrano essere davvero tanti:  eppure il sesso è un aspetto di grande importanza per la vita di una coppia, seppur spesso venga sottovalutato.

Pensate che la maggior parte delle coppie arrivano a lasciarsi proprio per la mancanza di sesso: come mai?

Semplice: le relazioni sessuali giocano un ruolo fondamentale affinchè una coppia possa davvero funzionare e a breve cercheremo di capire il perché.

Ora soffermiamoci sul sesso e chiediamoci  “cos’è davvero?”

Cosa presuppone? Cosa rappresenta per una coppia?

E’ solo una questione fisica o attorno ruotano altri aspetti?

Non ci resta che continuare a leggere per saperne di più.

Sesso in una coppia: cosa rappresenta?

Il sesso piace quasi a tutti e su questo non sembrano esserci dubbi: insomma dire questo è come affermare qualcosa di già detto, ridetto e risentito.

Per questo oggi cercheremo di dare una lettura diversa del sesso: una lettura più profonda che vede il sesso  come una delle forme di comunicazioni più immediate e intime.

Ebbene si: il sesso è anche questo, per chi non lo sapesse.

E come può esserci intimità, se una coppia non vive una vita sessuale piena?

D’altronde due persone che si amano davvero non possono non avvertire il desiderio di unirsi.

Parliamo di un desiderio e  di una forza che non può che realizzarsi  se non attraverso la componente fisica.

E quando questo non succede, non possono che esservi delle ripercussioni nella coppia.

Il sesso, dunque, non va considerato solo nella sua accezione puramente fisica o come “la via necessaria per procreare”: come abbiamo detto il sesso è una forma di comunicazione e per questo possiamo dire fermamente che è anche attraverso la sua frequenza e/o la modalità con cui viene espletato,  che si può valutare la salute di una coppia.

Come potrebbe essere altrimenti?

Due persone che stanno insieme condividono momenti, emozioni : è naturale che venga a crearsi uno scambio di sensazioni che porta inevitabilmente a desiderare l’altro completamente.

Quanto detto ci fa capire una cosa fondamentale: tutte le  coppie dovrebbero cercare di porsi questo obiettivo.

Mantenere sempre elevato l’impulso sessuale

Il sesso, d’altronde, non è solo qualcosa che si manifesta in maniera del tutto meccanica: noi nella sessualità esprimiamo il nostro mondo, i nostri sentimenti e anche un trasporto mentale.

Solo in questi casi possiamo dire di essere in presenza di un rapporto di coppia sano, caratterizzato dunque da un coinvolgimento emotivo e mentale.

In un rapporto di coppia sano l’amore, dunque, non è solo “una semplice parola”, ma un impegno e una continua costruzione, dove entrambi i coniugi non sono dei semplici spettatori.

Nella coppia dunque il sesso non è solo divertimento, ma quel qualcosa in più che richiede un coinvolgimento profondo.

 Il sesso in una coppia richiede infatti questo:il confrontarsi su questioni emotive, intime, il rispetto dell’altro e di ciò che desidera.

Tutto questo significa fidarsi:  può esistere una coppia senza fiducia?

La risposta la lascio a voi!

Il sesso in un rapporto di coppia: cosa ci dicono gli studi

Insomma, da quanto appena detto si evince una gran bella verità:  affinchè un rapporto di coppia venga considerato “sano”, deve essere accompagnato da un desiderio sessuale e mentale.

La coppia insomma deve poter essere e presupporre  la presenza di due ingredienti: il corpo e la mente.

Questo. d’altronde, non fa altro che migliorare l’intimità e la complicità di una coppia e l’autostima di chi forma la coppia.

Ma cosa ci dicono gli studi rispetto a questo argomento così tanto dibattuto e pieno di tabù, ancora oggi?

Alcune ricerche sembrano parlare chiaro: sembra che i rapporti sessuali tendino a diminuire con l’avanzare dell’età e della relazione.

Quanto detto non ci sembra così strano vero? 

D’altronde se qualcuno che sta insieme da 50anni dovesse dirci di non fare più sesso con il proprio compagno da anni, la cosa non ci lascerebbe certo sorpresi.

La cosa interessante però è che sembra che le coppie che hanno una miglior vita sessuale, siano quelle che comunicano e che condividono.

Qualcuno di voi si starà chiedendo: “ ma se si sta insieme è naturale questo”.

Invece no: sono molte le coppie che hanno problemi di comunicazione e questo alla fine non può che ripercuotersi anche a livello sessuale.

Gli esperti di problemi di coppia affermano infatti che le coppie che non hanno rapporti sessuali, sono coppie infelici, che non sanno comunicare. Coppie frustrate.

Non stupiamoci dunque se alcune ricerche hanno confermato che le coppie che non hanno una normale attività sessuale, arrivano a chiedere il divorzio.

Qualcuno a questo punto si starà chiedendo “quando possiamo dire di essere in una relazione che  ha un’attività sessuale sana”?

Diciamo che non c’è una risposta certa e che valga per tutti, poiché il sesso e l’importanza che gli viene data sono aspetti soggettivi.

Ma per farci un’idea, possiamo comunque far riferimento ad uno studio dell’Università di Toronto,  pubblicato sulla rivista Society for Personality and Social Psychology, il quale afferma come una coppia “ sia perfetta da un punto di vista sessuale”, se intrattiene un rapporto a settimana.

E voi? Vi ritrovate  o no in questo standard? 

Se la risposta è negativa, niente paura: a breve cercheremo di capire cosa occorre fare per dare una  bella “spinta” al nostro rapporto sessuale  e non.

Perché il sesso è importante nella coppia: cosa ci dicono gli psicologi

Ma prima poniamoci una domanda a cui non possiamo non dare una risposta: perché in quanto individui che formano una coppia, abbiamo l’esigenza di unirci all’altro?

Da un punto di visto psicologico, possiamo spiegare questa necessità facendo riferimento ad Abraham Maslow, psicologo statunitense e alla sua “piramide dei bisogni” , nella quale sono incluse tutte le nostre primarie e secondarie necessità. 

Ma cerchiamo di capirne di più: all’ultimo gradino della piramide,  Maslow  ha inserito le necessità fisiologiche. 

Tra queste, come sappiamo, rientrano il bere, il mangiare, il respirare.

Ma anche il sesso:  Maslow infatti afferma come anche questo sia legato ad una necessità primaria  e all’istinto di conservazione.

Secondo lo psicologo in questione, se non si soddisfano questi bisogni, difficilmente riusciremo a progredire e quindi a soddisfare quelli successivi, che riguardano la sicurezza, la stima e l’autorealizzazione.

Quelli definiti esistenziali, insomma.

Parlare di sesso e di amore sano e completo, ci porta inevitabilmente a citare anche Robert Stenberg: nella sua teoria dell’amore, il sesso è considerato necessario, poiché l’autore considera  l’amore come l’intreccio di alcuni ingredienti fondamentali.

L’intimità, l’impegno e la passione. 

Cosa succede se manca una di queste?

Secondo l’autore non siamo in presenza di un amore completo.

Nello specifico Stenberg afferma che un rapporto caratterizzato dall’assenza  del desiderio sessuale,  è solo un  rapporto d’amore-amicizia. 

D’altronde se ci  pensiamo bene, il sesso non è quel qualcosa che rende la relazione di coppia, come tale?

Consigli: come ri-accendere la fiamma della passione?

A questo punto, capita l’importanza dell’aspetto sessuale per il funzionamento di una coppia, alcuni di voi si staranno facendo mille domande.

Tra voi, magari ci sarà qualcuno che starà pensando:  “ma cosa si può fare per mantenere accesa la scintilla del desiderio?”

Cerchiamo di affrontare meglio questo aspetto, facendo riferimento anche alla diversa importanza che ognuno di noi dà al sesso stesso.

L’importanza dell’ascolto in una coppia

In riferimento a quest’ultimo punto, occorre precisare che a prescindere da tutto, ogni coppia è un caso a sé e che dunque è naturale che si possa associare un’importanza diversa al sesso.

Inoltre questa importanza negli anni non può che cambiare, perché i primi a cambiare nel e attraverso il tempo siamo proprio noi e il nostro rapporto.

Detto questo, c’è solo una cosa che  dovremmo ricordare di  non fare: sottovalutare il sesso e il modo  in cui questo cambia nel tempo.

Per riuscire a fare questo occorre comunicare e saperlo fare : dirsi tutto, ciò che  va e soprattutto ciò che non  va.

Essenziale dunque e’ non smettere mai di conoscersi: d’altronde questo è un impegno che non ha una fine e che richiede costanza e tanta volontà, anche se si sta insieme da tempo. Soprattutto se si sta insieme da tempo.

Non diamo dunque mai l’altro per scontato:  non diamo per  scontata la comunicazione, il sesso e la loro qualità.

Non diamo mai per scontata la vita di coppia, semplicemente: occorre tenersi per mano e continuare a farlo, anche dopo anni insieme.

Il miglior modo per tenersi per mano?

Ascoltare  e ascoltarsi : è la prima cosa per essere felici in due e  soprattutto per continuare ad esserlo.

Cosa nasconde il rifiuto per il sesso: cercare di andare oltre

Spesso una coppia arriva a non fare più sesso, perché uno dei due arriva a provare  quasi un rifiuto per l’altro: in queste circostanze è naturale sentirsi umiliati, rifiutati e non desiderati.

Se uno dei due partner per esempio ha voglia di fare sesso e l’altro trova mille scuse per rimandare, diciamoci la verità, un problema di fondo c’è.

Ma il modo giusto per affrontare la situazione non è certamente quello di litigare o sentirsi in colpa.

In questi casi è sempre meglio cercare di andare oltre, per capire cosa nasconde davvero questo rifiuto.

Cosa occorre fare per andare oltre?

Parlarsi: il segreto è sempre quello.

Spesso dietro un rifiuto c’è solo un “non voler fare sesso in un determinato modo”. 

Come si può sapere tutto questo se non ci si parla?

Dunque la regola è sempre  questa: comunicare e conoscersi sempre meglio.

Come dicono gli esperti, spesso non si fa del buon sesso perché non parliamo apertamente di ciò che ci piace e di ciò che non ci piace.

Iniziare a farlo sarebbe davvero terapeutico per la coppia: è fondamentale sapere cosa piace o cosa non piace all’altro e altrettanto importante è sottolineare ciò che ci piace dell’altro.

Solo così un rapporto di coppia può funzionare; solo così il sesso non sarà più un qualcosa da rimandare, ma un momento piacevole da vivere e rivivere.

Prendersi cura di tutto, non solo a parole

La comunicazione e l’ascolto sembrano essere alla base di tutto.

Ma come possiamo “ben comunicare ciò che proviamo”?

Prendendoci cura dell’altro, in ogni aspetto della relazione, chiarendo i problemi che esistono.

Far finta che tutto vada bene non serve, anzi.

In una coppia è necessario coccolarsi, ascoltarsi, essere presenti, supportarsi a vicenda e avere attenzione per la vita sessuale.

D’altronde a che serve dirsi ti amo ed essere sempre più lontani emotivamente e fisicamente?

Le più belle parole, non sono forse i fatti?

Capire cosa può limitare il desiderio e fare qualcosa per risvegliarlo

Come detto poco fa, l’importanza che diamo al sesso spesso cambia nel tempo, anche in base alla durata della relazione e all’età.

Insomma, quando si è all’inizio, nella fase dell’innamoramento è naturale essere a 1000 e desiderare l’altro sempre e comunque.

Con l’andare del tempo spesso questo viene a mancare: in un certo senso il livello di partecipazione può scendere e può capitare che ci si stacchi gradualmente, dal punto di vista sessuale, dal proprio compagno o dalla propria compagna, anche per motivi di salute.

Ma non solo. Spesso ci si allontana sessualmente dal proprio compagno per altre ragioni o per altri problemi.

Alcune volte il partner può sentirsi talmente trascurato o non accettato, che può arrivare a rifiutare di fare sesso quasi “per ripicca”.

Spesso alla  base di un rifiuto c’è dunque semplicemente il bisogno di voler essere ascoltati, capiti, coccolati.

In questi casi dovere della coppia è riuscire a  capire cosa può far risvegliare quel desiderio iniziale, ma soprattutto capire che è fondamentale prendersi del tempo per se stessi, per l’altro e per la propria intimità, la quale, come abbiamo visto, dipende molto anche dalla qualità della comunicazione che si intrattiene con l’altro.

Cosa fare, dunque, concretamente? 

Occorre abbandonare le proprie abitudini e fare leva sulla propria fantasia.

Ebbene si: per nutrire il nostro desiderio sessuale ed eccitarci, non c’è miglior modo che affidarci alla nostra immaginazione e alla nostra fantasia e questo vale sia per le donne che per gli uomini.

D’altronde nel rapporto di coppia, si è appunto in due : dunque è naturale “lavorare in due”.

Rendete quindi l’erotismo una priorità :  seppur possa sembrare difficile trovare del tempo per se stessi,  non rinunciateci.

Scrivere può rendere il tutto più semplice

Arrivati fin qui state ripetendo a voi stessi che non ce la fate ad esternare tutto questo a parole?

Tranquilli, la soluzione c’è: se non riuscite a parlare con il vostro compagno o la vostra compagna di ciò che riguarda l’aspetto sessuale o quello relazionale, non è la fine del mondo.

Sapete perché?

Perchè potete trovare un altro modo per farlo: scrivendo.

Ebbene si: prendete una carta e una penna e provate  a buttar giù tutto quello che sentite e tutto quello che provate.

Spiegate al vostro partner  cosa volete da lui, anche a livello sessuale.

Grazie a questa lettera avrete la possibilità di aprirvi maggiormente al vostro compagno o alla vostra compagna. senza condizionamento alcuno.

Avrete la possibilità di essere maggiormente onesti con voi stessi e non solo: insomma avere problemi dal punto di vista sessuale non è certo la fine della storia di una coppia.

Tutti noi, chi prima chi dopo, possiamo trovarci a sperimentare dei problemi sotto questo punto di vista: l’importante è dirselo.

Non chiudersi in se stessi e parlare.

Alcuni studi, d’altronde, lo dicono chiaramente: parlare della propria sessualità (sexual communication) con il partner, è fondamentale per lo sviluppo e il mantenimento di una sana relazione sessuale (Masters & Masters, 1980).

Riflessioni conclusive

Il sesso è fondamentale in una coppia e non solo perché attraverso esso possiamo procreare e dare vita ad una nuova famiglia.

Il sesso è importante perché è anche attraverso esso che possiamo misurare il funzionamento di una coppia.

Capita spesso che dopo anni di fidanzamento o di matrimonio,  il coniuge finisca per non essere più considerato tale: le carezze iniziano ad essere sempre meno, gli incontri sessuali anche e il rapporto alla fine va in crisi.

Come può essere altrimenti?

Il sesso è parte integrante di un rapporto: seppur ognuno di noi abbia una propria concezione di sesso e del modo in cui farlo, c’è una cosa che non può che essere ricordata.

Il sesso è fondamentale se vogliamo preservare il nostro rapporto: un rapporto senza sesso non è un  rapporto completo.

E gli psicologi hanno ampiamente spiegato il perché attraverso le loro varie teorie dell’amore.

E voi cosa ne pensate? 

Anche voi pensate che il sesso sia importante o credete ad un amore senza sesso?

Dott.ssa Alessia Pullano
Psicologa

Hai bisogno di una consulenza?




    Condividi su facebook
    Facebook
    Condividi su whatsapp
    WhatsApp
    Condividi su twitter
    Twitter
    Condividi su linkedin
    LinkedIn

    Di ciò che posso essere io per me, non solo non potete saper nulla voi, ma nulla neppure io stesso”Uno, Nessuno e Centomila – Luigi Pirandello Quante volte abbiamo sentito dentro un grande vuoto? Magari abbiamo anche pronunciato frasi del…

    Tutti noi abbiamo dei desideri da realizzare e dei sogni da inseguire eppure non tutti  riusciamo a farli diventare realtà e un motivo c’è sicuramente. Alcuni di noi, per esempio, per paura del fallimento, non ci provano nemmeno ad andare…

    Avete mai sentito parlare delle relazioni tossiche o ne avete mai vissuta una? Forse si, forse no..  Chi si ritrova in queste due parole, sicuramente, starà pensando a cosa ha dovuto “sopportare”, chi invece non l’hai mai sperimentata e non…

    Quante volte vi è capitato di vedere un film commovente e magari piangere insieme a chi, in prima persona, stava vivendo quel momento  particolare? Quante volte vi è capitato di dare una mano a quell’amica che ha chiesto il vostro…

    Iniziamo a conoscere meglio la dipendenza affettiva: come si evince dall’espressione stessa parliamo di una dipendenza e come tutte le dipendenze è un modo per cercare al di fuori se stessi. Attraverso questa “anomala” modalità cerchiamo di raggiungere la stima,…

    Quante  volte abbiamo pensato e detto frasi del tipo “ essere innamorati e innamorarsi è la cosa più bella che ci possa accadere”? Sicuramente in questa frase c’è del vero, non possiamo certo negare la forza dell’amore, ma c’ è…

    In questo articolo metteremo in rilievo come e quanto possa far male ad un figlio vivere in un contesto familiare caratterizzato da continui litigi, tra mamma e papà. Sicuramente fa male alla propria autostima, alla propria serenità e in un…

    Se sei triste quando sei da solo, probabilmente sei in cattiva compagniaJean-Paul Sartre La parola “solitudine” sembra spaventare o incutere paura, soprattutto nel periodo che stiamo vivendo attualmente. Il termine solitudine, oggi più che mai, viene infatti associato a quello…

    Oggi giorno tutto intorno a noi è diventato super-tecnologico, anche il nostro modo di rapportarci all’altro, il nostro modo di chiedere aiuto ad un professionista. Sono tanti infatti i professionisti che lavorano con le terapie online, che, appunto, avvengono  attraverso…

    Padre e madre esercitano funzioni diverse ma entrambe necessarie per il corretto sviluppo del bambino e, quindi, dell’adulto che egli diventerà.  La funzione paterna è normativa – ovvero impartisce regole – e di emancipazione, detta delle norme di comportamento e…